Centro della Salute e del Benessere Alimentare “Diagnosis”

Visite specialistiche:

  • Visita nutrizionale per una corretta alimentazione
  • Controlli periodici e valutazione del percorso nutrizionale
  • Educazione alimentare
  • Elaborazione piani dietetico-nutrizionali personalizzati, sia per soggetti sani che per soggetti a cui A? stata diagnosticata una patologia
  • Formulazione di piani nutrizionali, dei menA? e valutazione della�� adeguatezza per la ristorazione collettiva,mense aziendali, scuole e asili
  • Riconoscimenti degli effetti negativi dovuti ad una��errata alimentazione
  • Calcolo indice di massa corporea (BMI), massa grassa (FM) ecc.

Esami:

  • Test genetici: DNA, DNA e DIETA, DNA e SPORT, DNA e Anti- Invecchiamento
  • Cyto Test: 60 a�� 120 a�� 140 alimenti, additivi chimici, muffe, coloranti, zuccheri e succedanei
  • Esami per la Diagnosi della Celiachia: Transglutaminasi Abs IgA, Transglutaminasi Abs IgG, Gliadina Deaminata Abs IgA, Gliadina Deaminata Abs IgG, Endomisio Abs IgA, Endomisio Abs IgG,A�HLA morbo celiaco DQA�2 – DQ 8
  • Breath Test
  • Rast Alimentari
  • Esami clinici eseguiti presso il nostro Laboratorio interno con sconti e convenzioni per tutti coloro che si rivolgono al centro e anche perA�Categorie, Aziende, Enti pubblici e privati

L’ambulatorio di dietologia e nutrizione del Poliambulatorio Laboratorio di Analisi Cliniche “Diagnosis” A? formato da medici specialisti in scienze dell’ alimentazione (dietologi) e da biologi nutrizionisti. La dietologia A? una disciplina che si occupa dei processi della nutrizione studiando, in particolare, gli effetti degli alimenti sui processi metabolici dell’ organismo, considerandone anche le implicazioni digestive. La personalizzazione di un corretto apporto dietetico A? il punto di forza degli specialisti che collaborano con noi, che attraverso il percorso terapeutico disegnano iA�regimi alimentari piA? idonei ad ogni singolo caso. Le scienze della nutrizione offrono una solida conoscenza delle proprietA� dei nutrienti e dei non nutrienti contenuti negli alimenti. I nutrizionisti sono capaci di valutare, mediante le principali tecniche laboratoristiche la composizione corporea, il metabolismo corporeo e il dispendio energetico e di riconoscere gli effetti dovuti alla malnutrizione quantitativa e qualitativa; essere in grado di definire gli apporti energetici e le qualitA� nutrizionali dei singoli alimenti.
Il centro si avvale di un importante lavoro di equipe che vede collaborare insieme, oltre al dietologo e al biologo nutrizionista, differenti figure professionali quali: endocrinologo, psicologo, gastroenterologo ed A? inoltre dotato di sofisticate strumentazioni che permettono di offrire al paziente un iter diagnostico individualizzato e di alta qualitA�.
La nostra struttura A?A�inoltre dotata di un laboratorio di analisi interno, dove poter eseguire gli esami previsti durante il percorso, garantendo il rilascio di un referto sicuro, grazie all’ esecuzione in sede di un prelievo venoso, e non capillare o del cavo orale (tampone salivare), e all’ immediata esecuzione degli esami.
La visita dietologica si compone di tre fasi:

  • Fase anamnestica per inquadrare il paziente, la sua storia clinica, le sue abitudini alimentari e il suo stile di vita. Sono pertanto indispensabili per un correttoA� inquadramento diagnostico gli esami ematochimici e in base alla storia clinica eventuali esami strumentali. Gli esami ematochimici fondamentali per l’ inquadramento metabolico sono: emocromo completo, glicemia, uricemia, trigliceridi, colesterolo (Totale + HDL + LDL). Verranno poi chiesti, se necessario, ulteriori esami in base alle informazioni emerse durante la visita: Test per le Intolleranze Alimentari, IgE Specifiche (RAST) e IgE Totali (PRIST).
  • Esecuzione dell’ esame obiettivo del paziente con prescrizione della dieta.
  • Elaborazione del percorso dietetico composto da successive visite di controllo e, se necessari, eventuali esami sui quali si applicherA� uno sconto.

 

CENTRO PER LA DIAGNOSI DELLA CELICHIA, DELLE ALLERGIE E DELLE INTOLLERANZE ALIMENTARI E DEGLI ADDITIVI CHIMICI

Anni fa la celiachia, le allergie e le intolleranze alimentari erano molto meno diffuse, o forse, piA? probabilmente, non erano diagnosticate: proprio per questo, vari disturbi venivano attribuiti ad altri fattori.
Oggi, invece, grazie ai nuovi test l’individuazione di una patologia risulta molto piA? veloce e sicura; d’altra parte, perA?, come per altre tipologie di analisi, anche gli esami per allergie presentano lunghe liste di attesa.
Per ovviare a questi inconvenienti, specie quando si hanno delle urgenze dovute a sintomatologie non piacevoli e talvolta invalidanti, A? buona prassi rivolgersi a un centro di ANALISI CLINICHE altamente specializzato e riconosciuto, con decenni di esperienza nel settore, come il Grande Laboratorio di analisi cliniche a�?DIAGNOSISa�? (dal 1980).
Tutti i test per: celiachia,allergie e intolleranze effettuati dal centro sono condotti da personale altamente qualificato e con tecnologie alla�� avanguardia.
Il laboratorio effettua analisi e test per diagnosticare:

  • celiachia
  • intolleranze alimentari
  • allergie

Durante il primo consulto presso il nostro centro verranno effettuati gratuitamente come screening i seguenti esami di laboratorio:

  • Emocromocitometrico completo,
  • IgE Totali,
  • Colesterolo Totale,
  • Colesterolo HDL,
  • Colesterolo LDL,
  • Trigliceridi.

TEST PER LA CELICHIA
Che cosa�� A? la Celiachia?
La celiachia A? una patologia autoimmune ed A? anche chiamata morbo celiaco, enteropatia immuno-mediata, sprue celiaca o enteropatia glutine-sensibile. a�?Enteropatiaa�? significa malattia della��intestino. A? infatti la��intestino del celiaco che non riesce ad assimilare il glutine, che quindi viene considerato un agente tossico.
Il glutine in realtA� non A? presente nel chicco del cereale o nella farina, ma si forma solo in seguito alla��aggiunta di acqua e alla formazione della��impasto.
Nei celiaci la reazione della mucosa intestinale appiattisce queste anse e causa quindi malassorbimento. Si dice infatti che i villi si a�?atrofizzanoa�?, ossia la mucosa si appiattisce e non fa piA? il suo lavoro di assimilazione dei nutrienti (ferro e altri minerali, vitamine, zuccheri, proteine, grassi, etc).
La celiachia A? infatti una delle malattie genetiche piA? frequenti. In particolare il complesso HLA-DQ2 e HLA- DQ8 A? fortemente associato alla malattia celiaca. Questo NON significa che chi possiede questi geni A? necessariamente celiaco, ma semplicemente ha la predisposizione a sviluppare la celiachia.
I Test che effettua il nostra centro per la diagnosis di Celiachia sono i seguenti:

  • Transglutaminasi Abs IgA,
  • Transglutaminasi Abs IgG,
  • Gliadina Deaminata Abs IgA,
  • Gliadina Deaminata Abs IgG,
  • Endomisio Abs IgA
  • Endomisio Abs IgG
  • HLA Morbo Celiaco DQ2 DQ8

TEST PER LE INTOLLERANZE ALIMENTARI
Che cosa��ea�� la��Intolleranza Alimentare ?
La��intolleranza alimentare A? una reazione avversa ad alcune proteine alimentari da parte del nostro organismo. Questa reazione puA? essere evidenziata e quantificata attraverso il dosaggio di anticorpi di classe G ( IgG).
Le intolleranze alimentari rappresentano la concausa di innumerevoli patologie, quindi non sono la��unico fattore scatenante.
La��intolleranza a proteine alimentari A? dose dipendente (proporzionale alla quantitA� di alimento introdotto); i sintomi sono legati alla��accumulo di sostanze non tollerate dalla��organismo e compaiono con un certo ritardo rispetto alla��assunzione del cibo.
La��intolleranza puA? essere determinata da :

  • molecole particolari presenti negli alimenti
  • malassorbimento dei principali costituenti alimentari
  • alterazioni della barriera intestinale causa di una anomala risposta immunitaria in questo tratto alterazione della flora batterica intestinale
  • alimentazione poco variata e non equilibrata

Disturbi che si possono sviluppare con le intolleranze alimentari:

  • sintomi generali: stanchezza, ritenzione idrica, borse oculari, sonnolenza postprandiale, alitosi, aumento della sudorazione;
  • sistema nervoso: cefalea, ansia, depressione, irritabilitA�, scarsa memoria, difficoltA� di concentrazione, vertigini;
  • apparato respiratorio: difficoltA� di respirazione, asma, tosse, rinite allergica, sinusite;
  • apparato cardiocircolatorio: alterazioni della pressione arteriosa, palpitazioni, extrasistoli;
  • apparato gastro-enterico: gonfiore, senso di nausea, dolori e crampi addominali, disturbi della��alvo (diarrea, stitichezza), aerofagia;
  • apparato urogenitale: cistiti, infiammazioni urogenitali, sindrome premestruale;
  • apparato muscolo-scheletrico: crampi, tremori muscolari, debolezza muscolare, dolori articolari, infiammazioni muscolo-tendinee;
  • epidermide: prurito locale e generalizzato, acne, eczema, dermatiti.

Test per la diagnosi delle intolleranze alimentari:

  • CYTO TEST (pannello 60 alimenti),
  • CYTO TEST (pannello 120 alimenti),
  • CYTO TEST (additivi chimici alimentari).

TEST PER LE ALLERGIE
Che cosa sono le allergie?
Le allergie sono condizioni di tipo patologico caratterizzate da una abnorme ipersensibilitA� del sistema immunitario verso determinate sostanze, definite allergeni , con le quali si viene a contatto; detti allergeni non causano perA? reazioni nella maggior parte degli individui (reazione atopica).
Le ipersensibilitA� comunemente dette “allergie” sono il tipo I e IV.
Nel tipo I si ha una ipersensibilitA� immediata, in cui gli allergeni si combinano con anticorpi IgE specifiche (immunoglobuline E) causando reazioni locali (talvolta anche sistemiche) di solito entro pochi minuti.
Nel tipo IV invece la��ipersensibilitA� A? ritardata in quanto le reazioni sono provocate dalle interazioni degli allergeni con specifici linfociti T sensibilizzati.
L’allergene introdotto una prima volta nell’organismo, rimane latente ma induce formazione di anticorpi specifici che, ad un secondo contatto, l’organismo stesso risponderA� con immediata reattivitA� allergica rendendone evidenti.
I casi piA? diffusi di allergia sono imputabili a sostanze inalanti, alimenti o farmaci. I processi infiammatori sono dovuti alla formazione di istamina che si libera, in seguito alla reazione allergene-anticorpo IgE specifico, dalle MastCells.
Presso il nostro Centro A? possibile effettuare i test:

  • Prist vengono dosate le immunoglobuline di tipo E (IgE totali),
  • Rast sono invece dosate le IgE specifiche verso determinati allergeni inalanti, alimenti o farmaci raggruppati in famiglie,
  • Prick test si ha l’applicazione, a livello cutaneo, di soluzioni contenenti minime quantitA� di allergene sospetto; se il soggetto ha anticorpi IgE specifici per la sostanza applicata sarA� osservabile una reazione cutanea localizzata (ponfo),
  • Patch test si basa sul contatto tra la pelle del paziente e alcune sostanze a�� dette apteni a�� potenzialmente allergizzanti e proposte in quantitA� cosA� esigue da scongiurare qualsiasi rischio per la salute. Le suddette sostanze sono contenute in dischetti che vengono applicati sulla schiena del paziente con una lettura ritardata, quindi il cerotto viene rimosso dopo 48-72 ore dalla��applicazione.

 

LE INTOLLERANZE ALIMENTARI

pag3A� A� A�pag4 A� A�A�A� A� A� A� A�pag5A� A� A�A�pag6A� A� A� A�pag7A�A�pag8A� A� A� A� A� A�pag9A� A� A� A� A� A�pag10A� A� A� A� A� A� A�A�A�pag11A� A� A� A�pag12A� A�pag13A� A� A� A� A� A� A�pag14A� A� A� A� A�A�pag15A� A� A� A� A� A� A� A� A� A�pag16pag18A� A� A�A� A� A� A� A� A�A�pag19A� A� A� A� A� A�pag21A� A� A� A� A� A� A� A� A�A�pag22A� A� A�A�pag23A� A� A� A� A� A�pag24A� A� A� A� A� A� A�A�pag25A� A� A� A� A� A� A� A� A�pag26pag27A� A� A� A� A�pag28

Acido Citrico (E330)- Antiossidante

Viene utilizzato per le sue proprietA� antiossidanti e si ritrova in molti prodotti quali caramelle,
confetti, latte concentrato e in polvere. E’ un componente naturale di numerosi alimenti (costituisce
il 6% del succo di limone) e non presenta problemi tossicologici, a differenza dell’acido citrico sintetico.

Glutammato Monosodico – Gms

Viene utilizzato come esaltatore di sapiditA�, molto diffuso sia nel regno animale che vegetale. Si puA?
trovare in salse, preparati per gelatine, conserve a base di carne e pesce, purA?, gnocchi e crocchette di
patate, paste alimentari con ripieno. La tossicitA� acuta del glutammato A? bassa, non A? stata riscontrata
tossicitA� cronica.

 

Solfato di Nichel – Bio Elemento e Contaminante Alimentare

Le leghe di Nichel sono presenti nella bigiotteria, in argento e oro bianco, cerniere lampo, bottoni metallici
e fibbie, spilla d balia, forcine per capelli, pettini e bigodini, orecchini, astucci dei rossetti, apparecchi acustici,
accendini, posate, chiavi, bracciali, monete, attrezzi, forbici, aghi, ditali, clip, manici di ombrelli e borse, manubri
di biciclette, apparecchi domestici, maniglie di porte, strumenti musicali farmaci, protesi, tessuti di trapianti
ortopedici, strumenti chirurgici, aghi per siringhe e agopunture, stetoscopi. E inoltre in ottone, batterie, accumulatori,
cavi elettrici, magneti, materiale per saldature, placcature, argentature, articoli in ceramica, colori per vetri, smalto,
colore per carta da parati, inchiostri tipografici, additivi d’olio, insetticidi, sostanze per bagni di incisione e mordenti
nella tintura a stampa.
Alimenti da evitare: aringhe, ostriche, chicco di mais, crusca di grano, fagioli, piselli, asparagi, cipolle, spinaci, pomodori,
pere, rabarbaro, thA?, cacao, cioccolato. lieviti in polvere.

Eritrosina (E127) – Colorante

L’eritrosina A? un colorante sintetico resistente alla luce ed al calore, di colore rosso fluorescente, che viene usato per la
colorazione della massa o in superficie. PuA? essere utilizzata nel prosciutto o nella carne di maiale in genere confezionata
sottovuoto, in certi snacks a base di patatine fritte, in caramelle e in frutta candita (in particolar modo nelle ciliegie), in
sciroppi per bibite, liquori, frutta sciroppata, nello yogurt alla pesca, in preparati dolci, gelati escluso quello al torrone,
cioccolato, limone, panna o crema di latte), nei ghiaccioli.

 

pag30

Bruno Ht (E155) – Colorante

Colorante marrone sintetico presente in marmellate di albicocche, brodi finiti, succhi di
formaggio, marzapane.

Nero Brillante (E151) – Colorante

Colorante marrone sintetico utilizzato in caramelle, creme, gelati, ghiaccioli. Controindicato
per chi A? allergico all’aspirina e per gli asmatici, puA? inoltre provocare eruzioni cutanee.

Recent Posts